Cos’è l’ecologia della mente: 6 segreti da sapere

Cos'è l'ecologia della mente, 6 segreti da sapere su questa disciplina innovativa.

da , il

    Cos’è l’ecologia della mente? Si tratta di un’attività di tipo introspettivo volta a rimuovere, o perlomeno ridurre, le idee acquisite nel corso del tempo che possono compromettere il benessere individuale. Ovvero esisterebbero delle idee che ci confondono influenzando negativamente le nostre vite, di cui è importante rendersi conto per poterle, in un secondo momento, allontanare. Ad introdurre l’interessante concetto è stato l’antropologo Gregory Bateson nel suo celebre libro “Verso un’ecologia della mente”. Ecco 6 segreti da sapere.

    L’ecologia della mente mira a renderci consapevoli

    Prendere consapevolezza delle idee limitanti è il primo passo per migliorare la nostra vita e non esserne influenzati negativamente.

    Scopri perché abbracciare gli alberi fa bene

    I principi senza fondamento razionale creano illusione

    Secondo Bateson le idee prive di fondamento razionale determinano aspettative illusorie e conseguentemente frustrazioni. Per questo è importante aderire alla Realtà, anche nei propri pensieri.

    L’ecologia della mente comprende numerosi fenomeni

    Con questa espressione l’antropologo Gregory Bateson si riferiva a una vasta gamma di fenomeni ed idee, che pur essendo diverse fra loro, funzionano e si organizzano in modo molto simile.

    Quali sono questi fenomeni

    Essi riguardano la vita nel senso ampio del termine, dall’evoluzione all’apprendimento, dal linguaggio ad altri processi più o meno importanti riguardanti il mondo degli esseri viventi.

    L’Ecologia della Mente serve a entrare in sintonia con la Realtà

    L’obiettivo di questa disciplina è aiutarci a entrare in maggiore sintonia con la Realtà, liberandoci dei condizionamenti illusori.

    Scopri 10 tecniche di meditazione da provare

    La visione di Bateson è di tipo olistico

    I processi mentali e il substrato materiale entro cui essi agiscono rientrano in una visione olistica del mondo, ovvero un’unità-totalità non può essere studiata analizzando, singolarmente, le singole parti che la costituiscono.