Coppette mestruali: come funzionano e dove si comprano

Le coppette mestruali sono un’ottima alternativa agli assorbenti tradizionali

da , il

    coppette mestruali

    Le coppette mestruali costituiscono una vera e propria alternativa ecologica agli assorbenti. Si tratta di uno strumento economico e utile, che consente di conseguire un notevole risparmio economico, oltre che di rispettare l’ambiente. La coppetta è un dispositivo in silicone, in gomma naturale o in materiale plastico, che va inserito nella vagina, in modo da raccogliere il flusso di sangue durante il ciclo femminile. Vediamo, quindi, come funzionano e dove si comprano.

    Come funzionano

    Le coppette mestruali non assorbono il sangue, ma lo raccolgono. Non hanno, naturalmente, efficacia contraccettiva, dal momento che il loro funzionamento consente solamente di impedire la fuoriuscita del flusso durante le mestruazioni. Il dispositivo può essere tenuto anche fino a 8-12 ore di tempo. Poi va svuotato e lavato opportunamente. L’utilizzo delle coppette non è difficile da attuare. La prima operazione da effettuare è la sterilizzazione del dispositivo, che può avvenire con una bollitura in acqua al massimo per una decina di minuti. Prima dell’inserimento, è necessario lavarsi per bene le mani e mettersi in una posizione comoda.

    La coppetta dovrà essere piegata un po’, per facilitare l’inserimento, e introdotta nella vagina cercando di effettuare una leggera rotazione, in modo da aprirla. Lo svuotamento dovrà essere fatto anche dopo 12 ore, ma tutto dipende dall’intensità del flusso. Potrebbe essere opportuno, almeno le prime volte, utilizzare anche un assorbente, per evitare degli inconvenienti. Per estrarre la coppetta, bisogna ruotarla lentamente e tirarla verso il basso. Dopo lo svuotamento, la pulizia dovrà essere praticata con acqua e sapone delicato. Va benissimo il detergente intimo e bisogna fare attenzione a non usare mai lubrificanti, oli essenziali o soluzioni oleose, che potrebbero danneggiare il materiale.

    I vantaggi

    I vantaggi delle coppette mestruali sono molto evidenti. Si tratta di prodotti che contribuiscono, in primo luogo, al rispetto dell’ambiente. Bisogna considerare, infatti, che se si usa questa soluzione, possiamo ridurre l’impatto ambientale degli assorbenti, che risultano poco biodegradabili e che producono delle sostanze cancerogene e inquinanti, quando vengono bruciati negli inceneritori. Naturalmente i vantaggi dell’utilizzo di questa alternativa ecologica riguardano anche il risparmio economico.

    E’ semplicissimo fare i conti di quanto si possa risparmiare utilizzando le coppette mestruali. Basta considerare che una coppetta ha un costo che va dai 10 ai 35 euro e può durare anche fino a 10 anni. Una confezione di assorbenti, invece, dura per pochissimo tempo ed ha, in media, un costo di 4 euro. Tra gli altri aspetti positivi della coppetta, si tratta di un prodotto sicuro, perché realizzato con materiali controllati e per il fatto che non rischia di far causare la sindrome da shock tossico, visto che non permette al sangue di ristagnare.

    Come sceglierle

    Sono diverse le coppette mestruali in commercio. La scelta del prodotto dipende dalle esigenze personali, dall’età, dall’intensità del ciclo, dall’aver avuto o meno una gravidanza. Inoltre, scegliere una coppetta piuttosto che un’altra può dipendere anche dalle preferenze estetiche, dato che ne esistono di diversi colori. Chi non ha avuto rapporti intimi e le ragazze che hanno i primi cicli possono utilizzare le coppette senza problemi, ma si deve tenere in considerazione il fatto che, in questi casi, si potrebbero avere delle lesioni all’imene.

    Sono in commercio coppette di diverse taglie. Bisogna considerare che, in caso di un ciclo scarso, se si è molto giovani o se non si ha avuto un parto, è opportuno utilizzare delle coppette di piccole dimensioni. Oltre alle coppette sagomate, le più ecocompatibili (che si possono usare anche fino a 10 anni), ci sono dei dispositivi in polietilene, riutilizzabili solo per una volta o usa e getta.

    Dove si comprano

    Le coppette hanno un costo che va dai 10 euro, per quanto riguarda i dispositivi usa e getta, ai 35 euro, relativamente a quelli riutilizzabili per molti anni. Questa è, naturalmente, la soluzione maggiormente consigliata, dal momento che non ci sarà bisogno di procedere nuovamente all’acquisto del prodotto e riusciremo anche a fare del bene all’ambiente, riciclando la coppetta per un tempo molto lungo. E’ possibile acquistare le confezioni in modo semplice. Si trovano nelle sanitarie, in farmacia, nelle erboristerie e nei negozi in cui troviamo prodotti biologici o ecocompatibili. Le coppette si possono acquistare anche in rete, attraverso i vari siti dei numerosi produttori o gli ecommerce italiani, come La bottega della luna o Saicosatispalmi.

    Foto di squiddles