Come scegliere l’olio extravergine d’oliva: consigli utili

Come scegliere l’olio extravergine d’oliva? Ecco una guida con alcuni consigli utili, per assicurarsi di portare sulle tavole un prodotto di qualità.

da , il

    Come scegliere l’olio extravergine d’oliva? Alcuni consigli ci possono essere particolarmente utili, per compiere una scelta migliore. La qualità dell’olio che portiamo sulle nostre tavole è fondamentale, per assicurarci un’alimentazione sana. L’olio extravergine d’oliva è uno dei prodotti essenziali della dieta mediterranea, che da più fonti è stata ritenuta particolarmente importante per la salute dell’organismo. Proprio per questi motivi non dovremmo lasciare la scelta dell’olio al caso, ma dovremmo cercare di essere consapevoli dei prodotti che consumiamo. Ecco una piccola guida che potrete utilizzare a vostro vantaggio.

    Leggi l’etichetta

    Il primo passo da compiere nella scelta dell’olio extravergine consiste nel guardare bene l’etichetta del prodotto. Quest’ultima deve indicare in maniera chiara il marchio, il processo produttivo, le caratteristiche dell’olio e il luogo in cui è stato preparato. E’ bene diffidare dalle etichette poco trasparenti, anche da quelle che presentano scritte minuscole, difficilmente leggibili. Sulla bottiglia dell’olio deve essere indicata in maniera evidente anche la data di scadenza.

    Non fidarti degli oli a basso prezzo

    Fai attenzione a quell’olio extravergine d’oliva che viene venduto ad un prezzo veramente minimo. Spesso siamo pronti ad acquistare i prodotti low cost, sperando di risparmiare. Tuttavia bisogna sempre considerare il rapporto qualità-prezzo. Nel caso dell’olio, un prezzo veramente molto basso potrebbe trarre in inganno e nascondere qualche insidia: l’olio che viene dichiarato extravergine d’oliva può anche non essere tale.

    Scopri proprietà nutrizionali e benefici dell’olio d’oliva

    Preferisci l’olio d’oliva biologico

    Può capitare che, nella produzione dell’olio d’oliva, vengano utilizzati diversi pesticidi, impiegati per eliminare i parassiti e per non compromettere la qualità del raccolto. Per le anime veramente green sarebbe importante poter scegliere l’olio d’oliva extravergine biologico, che non contiene tracce di sostanze potenzialmente dannose per l’ambiente e per la salute.

    Scegli l’olio spremuto a freddo

    Se ti interessa poter consumare un olio d’oliva di qualità superiore, la tua scelta dovrebbe essere orientata verso un olio spremuto a freddo. Si tratta di un processo produttivo particolare, durante il quale la temperatura delle olive viene mantenuta costantemente al di sotto dei 27 °C. L’olio lavorato in questo modo esprime al meglio tutte le proprie caratteristiche organolettiche.

    Consuma l’olio crudo

    Per assaporare al meglio tutto il gusto dell’olio extravergine d’oliva e per poter usufruire ancora di più delle sue proprietà, impara a consumarlo crudo. Utilizzalo come condimento per i tuoi piatti, sia per le insalate che per la pasta. Puoi consumarlo anche come spuntino, versandone qualche goccia su delle fette di pane.

    L’olio d’oliva Dop

    Molto importante la possibilità di scegliere l’olio d’oliva Dop. Si tratta di prodotti con uno specifico marchio, che assicura la protezione dalle contraffazioni in tutta l’Europa. Scegliere un olio di questo tipo significa anche poter beneficiare di una maggiore qualità, perché le aziende che possono far valere questo riconoscimento devono attenersi a specifici processi produttivi e sottostare al controllo di un ente di certificazione riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

    Leggi anche come riutilizzare l’olio usato