Come rinfrescare la casa senza condizionatore

Come rinfrescare la casa senza condizionatore

E' arrivata l'estate e con essa l'afa e per alcuni la corsa all'acquisto del condizionatore

da in Vivere green

    afa

    Per rinfrescare la casa senza condizionatore e proteggersi da caldo pressante dell’estate, in modo economico ed ecologico, i consigli sono molto semplici ed estremamente pratici. L’estate è arrivata e con essa la corsa all’acquisto del condizionatore: l’aria condizionata, però, se non usata con criterio, rischia di mandare alle stelle le nostre bollette, di creare un surplus di consumo di energia elettrica, per non parlare del fatto che, uno scorretto utilizzo del condizionatore, può causare danni alla salute come mal di gola, bronchiti, torcicollo ed otiti. Ma anche l’ambiente non è risparmiato!

    Persino i condizionatori ecologici, anche abbastanza costosi, per quanto ne dicano i più grandi estimatori, un certo danno lo procurano, in termini di grossi consumi che poi producono emissioni nocive. Esistono delle alternative green rispetto al condizionatore, di sicuro più vantaggiose anche in termini economici.

    persiane chiuse
    Chiudete le persiane ed abbassate le tapparelle:evitate di far entrare la luce e il calore del sole, nella vostra abitazione, nelle ore più calde. Durante queste ore, quando il sole picchia forte contro la vostra casa, chiudete anche le finestre per evitare che entri aria umida e pesante in casa. Al contrario, durante la notte e al mattino presto, aprite tutte le finestre per far entrare aria fresca. Tenete aperte anche le porte interne per permettere la ventilazione naturale trasversale dell’aria.
    Montate delle tende esterne protettive sul balcone: servono a evitare che il calore giunga direttamente alle finestre; potete usare anche un ombrellone da balcone per creare un piccolo spazio ombreggiato, dove poter trascorrere qualche minuto all’aperto durante le ore meno calde. Se avete spazi esterni, come terrazzi o portici o giardini, sul lato più assolato della casa, potete utilizzare delle stuoie di bambù per creare delle zone d’ ombra: le piante, soprattutto le rampicanti possono aiutare a schermare e assorbire buona parte del calore.
    Ventilatori per rinfrescare l’ambiente: soprattutto quelli a soffitto che consumano molto poco, circa 15 volte in meno al condizionatore, e ci regalano, immediatamente, la sensazione di avere qualche grado in meno. Se poi, volete ulteriormente raffreddare l’aria costruite un condizionatore d’aria fai da te. Mettete delle bacinelle contenenti del ghiaccio, davanti al ventilatore e puntate la ventola in modo tale che il ventilatore soffi sul ghiaccio. Potete anche usare delle bottiglie di plastiche piene di acqua e precedentemente congelate; man mano che il ghiaccio nelle bottiglie si scioglie, l’aria intorno ad esse si raffredderà e il ventilatore soffierà quell’aria verso di voi.

    condizionatore fai da te
    Niente fonti di calore: quindi spegnete tutti gli elettrodomestici che non usate, evitate l’uso di asciugacapelli, forno, ferro da stiro e tutto ciò che emana calore, rimandandone l’utilizzo nelle prime ore del mattino o in tarda serata. Sono le giornate più lunghe dell’anno, non avete bisogno di luci accese e anche fino a tarda sera la casa rimane comunque illuminata.
    Evita tutto ciò che crea umidità: quindi il vapore! Bucato, docce e bagni con acqua calda, lavare le stoviglie, cucinare, son tutte faccende da rimandare alle ore serali. Regola la fiamma dei fornelli, altrimenti produrrà un calore eccessivo e, se puoi, consuma cibi freschi e crudi come frutta e verdura e relega l’uso della cucina alla sera.
    Usa colori chiari per te e la tua casa: tende, copriletti, lenzuola, copricuscini rigorosamente tutti in bianco e possibilmente di fibra naturale. Il bianco riflette il calore piuttosto che assorbirlo e la consistenza del cotone ti darà una sensazione di freschezza. Stesso consiglio per la tua persona: usa fibre come il cotone e di colore chiaro per aiutare ad abbassare la temperatura del tuo corpo.
    Pavimento radiale: se avete la possibilità di effettuare degli interventi di ristrutturazione, potreste optare per il pavimento radiale, che consiste nell’allestire, prima di appoggiare il pavimento, un sistema di tubi che verrà distribuita in tutta la casa. All’interno dei tubi viene fatto passare un liquido, che sarà caldo o freddo a seconda della stagione che stiamo vivendo. E’ un sistema pensato per il riscaldamento nei mesi invernali, ma con un liquido freddo o anche la sola acqua può produrre l’effetto opposto nei mesi estivi.

    783

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Vivere green
    PIÙ POPOLARI