Come curare le piante: 10 consigli da non perdere

Come curare le piante: 10 consigli da non perdere
da in Giardini, Orto in casa, Vivere green, ecotendenze, piante
Ultimo aggiornamento: Lunedì 09/03/2015 20:47

    come curare le piante Come curare le piante? Vediamo alcuni consigli da non perdere. Avere la passione per piante e fiori e avere il pollice verde non sono la stessa cosa: se, ad esempio, vi avvicinate per la prima volta a questo hobby ecologico ci sono molte cose che non saprete, che per i veterani saranno vere e proprie sciocchezze. Noi però siamo qui proprio per aiutarvi a coltivare la passione del giardinaggio, perché la riteniamo una bella attività per trascorrere del tempo all’aria aperta. Una delle prime domande che ci si pone nel curare delle piante è questa: quando annaffiarle? Noi vi aiutiamo a capirlo!

    quando innaffiarle Le più comuni linee guida direbbero di annaffiare le piante una volta a settimana, senza però considerare che ci sono piante da esterno e piante da appartamento, piante grasse e altre di diverse qualità, oltre che di misure differenti. L’eccesso di acqua potrebbe fare loro male, ma allo stesso modo anche la sua assenza può portarle alla morte. Scopri anche come curare i gerani

    la terra Come fare a capire dunque quando è il momento di dare acqua alla nostra pianta? Un buon metodo per capirlo è quello di osservarla con cura: la terra, infatti, dovrebbe essere sempre mantenuta umida. Se la lascerete seccare vi accorgerete che avrà la tendenza a staccarsi dalle pareti del vaso e ad assumere un aspetto polveroso.

    il vaso di terracotta Vi consigliamo anche di mettere le vostre piante in un vaso di terracotta, così vi sarà più facile osservarne le necessità. Se il vaso assume un colore più scuro vuol dire che la pianta non ha necessità di ulteriore acqua, se invece il colorito sarà più chiaro e al tatto vi sembrerà più poroso vuol dire che la vostra pianta necessita assolutamente di un po’ d’acqua. Scopri anche come curare i bulbi, dal tulipano al narciso

    acqua che stagna Come detto precedentemente, non solo la mancanza di acqua può causare problemi alle piante: soprattutto nei periodi di freddo, l’acqua che stagna nel vaso rischia di portare a marcire la pianta. Se vedete situazioni simili o addirittura il formarsi di muschio, il segno è inevitabilmente quello che avete esagerato. A questo punto per salvare la vostra piantina non vi resta che trapiantarla in un ambiente per lei più salubre. Il ristagno però può accadere anche nei periodi estivi, a causa della mancata evaporazione.

    la luce State inoltre attenti a mettere le piante in ambienti luminosi e di non lasciarle chiuse tutto il giorno in casa: si tratta di esseri viventi, ne risentirebbero. Scopri anche come curare i tulipani

    il rinvaso Quando la pianta cresce, è opportuno rinvasarla in un vaso più grande. Di solito si procede a fare questa operazione a fine inverno, ma non si tratta di una regola fissa. Bisogna tenere sotto controllo le radici, perché queste a volte possono affiorare anche da sotto il vaso. La pianta appare impoverita e in questi casi è opportuno procedere a fare il travaso in un contenitore più largo, utilizzando sempre della terra nuova.

    la pulizia E’ molto importante tenere le piante pulite, togliendo specialmente la polvere, che potrebbe ostruire i pori di respirazione e, oltre a renderle brutte, favorisce il proliferare di funghi. Basta spolverare le foglie con pennelli morbidi o con panni inumiditi.

    sbalzi di temperatura Attenzione agli sbalzi di temperatura. L’ambiente in cui sta una pianta deve avere una temperatura adeguata. Per le piante d’appartamento corrisponde ad un intervallo compreso fra i 18 e i 24 gradi. Molto importante è anche il luogo in cui una pianta viene collocata: sceglietelo con cura, specialmente se ha bisogno di luce. Scopri anche come curare i bonsai

    piante grasse Le piante grasse non hanno molto bisogno di acqua, ma necessitano di tanta luce. Riescono a sopportare i climi caldi e quindi è opportuno provvedere a fare in modo che la temperatura dell’ambiente in cui sono poste non scenda mai al di sotto dei 5 gradi.

    spostamenti piante Se si effettuano frequenti spostamenti, le piante possono essere sottoposte alle difficoltà di sperimentare nuovi adattamenti. Specialmente le foglie ruotano sempre alla ricerca dell’illuminazione ideale. E’ sempre bene non esagerare spostando la pianta da un posto all’altro. I rimedi naturali per eliminare i parassiti delle piante

    1135

    PIÙ POPOLARI