Come curare le begonie: idee per fiori colorati e rigogliosi

Come curare le begonie: idee per fiori colorati e rigogliosi
da in Giardini, Orto in casa, Vivere green, Cura delle piante, Fiori, piante
Ultimo aggiornamento: Lunedì 16/11/2015 13:32

    come curare le begonie Come curare le begonie? Vediamo alcune idee per avere fiori colorati e rigogliosi. Queste piante preferiscono le posizioni ben illuminate, anche se dobbiamo ricordarci di non esporle mai alla luce diretta del sole, perché ne potrebbero risultare dei danni sia alle foglie che ai fiori. E’ bene che le innaffiature siano frequenti, in modo che il terreno rimanga sempre umido. Da evitare, però, i ristagni d’acqua, spesso all’origine del diffondersi di malattie fungine. Le begonie riescono veramente a creare un angolo fiorito sul balcone e sulla terrazza, ma anche in casa. Ecco alcuni trucchi per la loro coltivazione.

    piante radice rizoma begonie Le begonie con la radice a rizoma sono quelle più sensibili al freddo. La loro temperatura ideale è quella intorno ai 20 °C. Proprio per questo motivo, nei periodi di freddo più intenso, è bene riporle all’interno o in un luogo riparato. Sono proprio questi i fiori maggiormente impiegati per la creazione delle aiuole in giardino.

    piante tuberose begonie Le begonie tuberose sono più soggette all’andamento ciclico del tempo. Con l’arrivo dei primi freddi, le foglie tendono ad ingiallire e poi si seccano. La pianta continuerà a restare sotto forma di tubero, per poi ritornare a fiorire con l’arrivo della primavera. Anche quando non ci sono i fiori e le foglie, non dobbiamo trascurare di innaffiare il tubero, per non fare seccare troppo il terreno. Sarebbe opportuno coprire con uno strato di pacciamatura i tuberi, per evitare le gelate.

    begonie radice fascicolata Tra i vari tipi di begonie, quelle a radice fascicolata sono le più resistenti al freddo. Continuano a portare avanti il loro ciclo vegetativo anche con le temperature comprese tra i 10 e i 15 gradi. Soltanto al di sotto di queste soglie, le piante attraversano una sorta di fase di blocco vegetativo. Leggi anche come curare i ciclamini

    potatura begonie L’operazione della potatura deve essere effettuata soprattutto nel mese di marzo. Consiste nel tagliare i rami sfioriti e secchi, in modo che la pianta possa essere pronta prima di procedere al rinvaso. Nel periodo estivo si può eseguire la cimatura, anche in più volte, in modo da evitare che le piante si diradino.

    terreno begonie Le begonie rizomatose e le fascicolate prediligono un terriccio formato da 3 parti di torba e da una parte di sabbia. Per assicurare un buon drenaggio, sul fondo del vaso si dovrebbero mettere dei pezzi di coccio. Per quanto riguarda, invece le begonie tuberose, se le temperature superano i 18 gradi, è importante creare intorno alla pianta un ambiente umido, per esempio mettendo il vaso su uno strato di ghiaia e avendo cura di far rimanere la presenza di un filo d’acqua.

    malattie begonie Le begonie sono piuttosto soggette agli attacchi dei funghi. Proprio per questo motivo il terreno non dovrebbe essere soggetto a ristagni d’acqua. Allo stesso modo, la terra non dovrebbe essere troppo asciutta, per evitare la caduta delle foglie o dei boccioli. Proprio l’ambiente eccessivamente secco può determinare delle foglie marroni soprattutto ai margini. Scopri anche come curare le orchidee

    788

    PIÙ POPOLARI