Come coltivare le margherite in vaso

Come coltivare le margherite in vaso
da in Casa ecologica, Giardini, Vivere green
Ultimo aggiornamento: Giovedì 21/01/2016 12:48

    come coltivare margherite vaso

    Come coltivare le margherite in vaso? Questi fiori sono molto utili per abbellire la nostra abitazione e si possono posizionare sia nel balcone che dentro casa, per decorare e colorare gli ambienti in modo naturale. Le margherite possono rallegrare l’ambiente in cui si trovano e sono davvero facili da coltivare. Bastano due vasi per creare un’atmosfera molto allegra: ricordiamoci che il periodo della loro fioritura va da fine aprile a settembre. In questo modo con dei fiori molto semplici possiamo usufruire di uno spettacolo davvero colorato, effettuando pochi passaggi per piantarle e per farle crescere in modo corretto. Vediamo come procedere nello specifico.

    posizione margherite

    Ricordiamoci che le margherite richiedono un ambiente abbastanza soleggiato per diverse ore al giorno. Sono dei fiori che apprezzano molto i raggi solari, per questo vanno posizionati in balcone o in ambienti della casa esposti al sole per almeno cinque ore al giorno. Evitiamo, quindi, di coltivarle se abbiamo a disposizione solo balconi all’ombra o poco esposti al sole.

    vaso margherite

    Non è necessario seguire molte regole per quanto riguarda la scelta del vaso da utilizzare per coltivare le margherite. Basta avere a disposizione un vaso di terracotta, ma teniamo in considerazione il fatto che basterebbe anche un vaso di plastica per permettere alle margherite di crescere correttamente. Scegliamo, però, un vaso che abbia un diametro di almeno 15 centimetri, fondamentale per uno sviluppo corretto dei fiori.

    semina margherite

    L’operazione di semina va effettuata da fine febbraio a metà marzo. Ci serve dell’argilla espansa da porre in fondo al vaso. Poi questo strato va coperto con del terriccio. A questo punto sarà sufficiente spargere i semi delle margherite e ricoprirli con un piccolo strato di terriccio. Per finire bisogna coprire il vaso con della carta trasparente. In questo modo otterremo un vero e proprio effetto serra, che sarà utile per contribuire alla germinazione dei semi. Le 10 migliori piante grasse per il giardino

    trapianto margherite

    Le margherite dovranno successivamente essere trasferite in un vaso più grande. Si tratta di un’operazione che deve essere effettuata a metà dei mesi primaverili. L’operazione, anche in questo caso, è semplicissima. Serve un vaso molto grande, capace di contenere il vaso di fiori che abbiamo precedentemente preparato. Mettiamo sul fondo dell’argilla espansa e copriamo i buchi. Posizioniamo poi un po’ di terriccio e mettiamo la pianta al centro del vaso. A questo punto dobbiamo soltanto coprire lo spazio restante con dell’altro terriccio. E’ bene procedere ad innaffiare immediatamente dopo aver effettuato queste operazioni.

    innaffiatura margherite

    Prendersi cura delle margherite è molto semplice. Bisogna considerare che questi fiori hanno bisogno di molta acqua durante i mesi estivi. Se ci troviamo in una zona abbastanza umida è necessario procedere con un’innaffiatura una volta al giorno. Se siamo in un’area abbastanza calda o comunque nel corso dei mesi più caldi dell’anno si può innaffiare anche per due volte al giorno, al mattino e la sera dopo il tramonto. Le 10 migliori piante rampicanti per il giardino

    732

    PIÙ POPOLARI