Come affrontare il cambio di stagione: una guida naturale contro lo stress

Affrontare i cambi stagionali spesso è davvero problematico

da , il

    cambio-stagione

    Come affrontare il cambio di stagione in modo naturale senza malanni, stress, stanchezza, ansia e irritabilità? In genere, tutti danno per scontato il cambio di stagione, per ritrovarsi poi alla fine stanchi, stressati e di malumore. Continui sbalzi di temperatura, giornate piene di sole alternate ad altre piovose, particolarmente fredde e non prevedibili, vi ritrovate, nell’arco di poche ore, dal fresco mattutino in cui per coprirvi avete indossato un maglioncino, ad una inaspettata sudata, causata dal sole intenso del pomeriggio, ed ecco che il gioco è fatto!

    Mal di gola, febbre, raffreddore e tosse fanno capolino e sopraggiunge la stanchezza, ci si sente spossati, ansiosi e irritabili. Come fare a proteggersi?

    Ecco una guida utile per prevenire i disagi da cambio di stagione in modo completamente naturale.

    Un corpo sano e forte: alimentazione ed esercizio fisico

    Qualunque sia il periodo dell’anno in cui vi troviate, un corpo sano e forte non sente il disagio che può esser provocato dal cambio di stagione o ne risente di meno. Come sempre, un’alimentazione sana ed equilibrata, il costante esercizio fisico e la corretta integrazione di alcuni alimenti sono la soluzione migliore. Con l’arrivo della stagione calda, il nostro corpo ha bisogno di adattarsi non solo ai cambiamenti climatici, ma anche al cambiamento delle nostre abitudini: giornate più lunghe, più tempo all’aperto, nuovi ritmi biologici. Tutto questo, può rendere difficile l’adattamento, soprattutto per coloro che hanno una vita piuttosto sedentaria: sembra, infatti, che siano proprio le persone meno attive a soffrire particolarmente il passaggio verso una stagione che vuole risvegliare il corpo. In questo periodo, privilegiate un’alimentazione ricca di cibi freschi anziché precotti, e via libera a cereali integrali, legumi, frutta e verdura fresca di stagione: giugno ne presenta una grande varietà. In questo modo, rinforzerete il vostro sistema immunitario, introducendo, nella dieta quotidiana, alimenti ricchi di sali minerali e vitamine, soprattutto vitamina A, C e quelle del gruppo B. Bevete molta acqua, non saltate i pasti, ma non eccedete nemmeno ed evitate cibi fritti. Integrate, se necessario, la vostra dieta con magnesio e potassio, efficaci contro la stanchezza.

    Un buon riposo aiuta il sistema immunitario

    Un buon sonno evita stanchezza, irritabilità e soprattutto consente il corretto funzionamento del sistema immunitario, riducendo il rischio di contrarre infezioni o malattie in generale. Per dormire bene, occorre evitare alcoolici e bevande eccitanti come il caffè, avere orari regolari per ristabilire il ritmo sonno-veglia e cercare di creare un ambiente confortevole e rilassante. Evitate di andare a dormire a stomaco vuoto, ma anche di far pasti troppo pesanti: entrambe le situazioni potrebbero ostacolare il giusto riposo e nel caso, usate una tisana rilassante a base di tiglio, melissa, o anche la semplice camomilla. Utili anche gli estratti fitoterapici di Biancospino e Arancio dolce, mentre per regolarizzare il ritmo sonno-voglia è possibile utilizzare la melatonina, una molecola naturalmente prodotta dal nostro organismo che induce il sonno.

    I nemici principali: gli sbalzi di temperatura

    Gli sbalzi di temperatura sono i principali colpevoli dei nostri malanni. Nel nostro cervello, c’è una ghiandola, chiamata ipotalamo che, oltre a svariate funzioni, regola la temperatura corporea, ma quando il cambiamento è troppo brusco non riesce ad assolvere al suo compito. Se all’esterno ci sono 35°, è del tutto controproducente mantenere la temperatura in casa a 15° ,come spesso accade anche in centri commerciali o ambienti pubblici: occorre un giusto equilibrio tra interno ed esterno. Se siamo in luoghi in cui non possiamo regolarne la temperatura, occorre scegliere l’abbigliamento adatto. Vestitevi in modo flessibile, a strati, il classico stile “cipolla”, preferendo fibre naturali e traspiranti.

    Un aiuto dalla natura:i fitoterapici

    Esistono in natura rimedi naturali fitoterapici, chiamati adattogeni, capaci di produrre un generale miglioramento delle condizioni psicofisica del nostro corpo e di agire sul sistema immunitario,endocrino e nervoso e di migliorare la capacità dell’organismo di adattamento allo stress, ai cambiamenti climatici o stagionali, rinforzando proprio quei sistemi.

    Appartengono a questa categoria:

    Eleuterococco: con proprietà toniche e antistress, è considerato anche un ottimo immunostimolante, previene l’insorgenza delle malattie, aumenta le difese immunitarie e in più agisce sul tono dell’umore.

    Ginseng: considerato uno psicotonico per la sua azione stimolante sul sistema nervoso centrale, migliora la risposta dell’organismo agli stimoli esterni e favorisce la resistenza fisica ai fattori ambientali negativi.

    Guaranà: l’elisir di lunga vita degli Indios, prepara e sostiene l’organismo, aumenta la resistenza fisica e la capacità di attenzione e concentrazione mentale

    Rhodiola rosea: impiegata per alleviare la sensazione di stanchezza, è un ottimo scudo naturale contro lo stress sia fisico che psichico. Agisce come calmante sugli stati d’ansia e depressione, provocando una sensazione generale di benessere.