Che fiore regalare ad un uomo? Una guida per la scelta

Che fosse la donna a regalare un fiore ad un uomo, neanche tanto tempo fa, era davvero impensabile. Eppure omaggiare un uomo con un fiore si può fare! Il problema nasce quando davanti alla scelta ci troviamo letteralmente spiazzati. Eccovi una guida utile per la scelta del fiore per lui.

da , il

    Che fiore regalare ad un uomo? Se è vero che la tradizione vede la donna come la protagonista indiscussa degli omaggi floreali, è anche vero che al giorno d’oggi, regalare un fiore al sesso maschile non è più una cosa così tanto inusuale. Di fatto, però, riconosciamo facilmente i fiori da regalare ad una donna e come adeguare la forma della composizione e i colori ad ogni occasione, ma quali sono quelli più adatti ad un bouquet maschile? Ebbene, dipende dall’intento e dal significato del mazzo di fiori! E’ un regalo romantico e seduttivo oppure ha un significato legato più ad una forma di cortesia? Diciamo immediatamente che, ad un uomo, i fiori si regalano in numero inferiore rispetto alle donne e, soprattutto, in minori occasioni, quelle giuste, e meglio se i fiori vengono offerti in privato, trattandosi di un gesto comunque insolito.

    Le rose e i fiori tropicali

    In generale, gli uomini preferiscono colori forti e decisi, in particolar modo, fiori dai colori scuri, come il blu, mentre sono da evitare assolutamente quelli delicati, color pastello, troppo tenui ed esili. Fra i fiori adatti, spiccano le rose, assolutamente in numero dispari, meglio se una sola, chiaro segnale di corteggiamento. Ad ogni fiore corrisponde un significato preciso, che sarà lo stesso sia per la donna che per l’uomo, pertanto possono essere donati per dichiararsi, per esprimere passione, possesso, gelosia, tenerezza. Per una serata romantica con la persona amata, è molto elegante offrire l’affascinante rosa blu, a stelo lungo e singola, evitando decorazioni troppo vezzose. Molto apprezzate sono anche le rose di colore vivace o in genere fiori robusti e dai colori accesi come il rosso, arancione e giallo, come i grandi girasoli o la strelitzia e tutti i fiori tropicali, dai bellissimi colori, o anche i tulipani ed i giacinti: quest’ultimo, presenta una tonalità poco femminile del blu, cioè delicato ma non troppo, ideale se l’intento del mazzo di fiori non è legato a questioni romantiche.

    I fiori selvatici e i garofani

    In occasione della festa del papà , un bellissimo fiore da regalare potrebbe essere la bocca di leone, mentre i garofani di colore rosso o arancio sono particolarmente adatti ad una cena in casa. Perché non un mazzolino di fiori selvatici, simbolo di spontaneità e di purezza? Vi è mai capitato che, nel corso di una passeggiata in campagna, un uomo abbia raccolto un fiore per voi? E’ un gesto carino, provate a ricambiarlo! Il linguaggio dei fiori, può essere utile nel momento in cui non troviamo le parole: se siete deluse da un uomo e volete dirgli addio, il fiore per lui è l’ibisco, che rappresenta la bellezza effimera, affascinante ma rapida a svanire, oppure i giacinti rossi , simbolo del dolore, o un mazzolino di “non-ti-scordar-di-me”, se l’addio lascia nel vostro cuore momenti bellissimi, magari insieme ad un girasole, simbolo dell’amore non ricambiato, o a delle genziane, la determinazione di essere forti, con qualche foglia di edera o un rametto di pesco; per un arrivederci invece, o per una nuova amicizia, il fiore ideale è la pervinca.

    Come realizzare una composizione floreale per lui

    Ovviamente, essendo il regalo floreale destinato ad un uomo, sia che si tratti di rose o altri fiori, sarebbero da evitare confezioni con nastrini di seta, fiocchi colorati e vistosi, veli e carte ridondanti o altro materiale delicato. Si preferirà del cotone che richiami il colore predominante all’interno dei fiori oppure composizioni floreali molto naturali, composte da pochi grandi fiori con qualche pianta di bambù che offre un aspetto selvaggio, molto più vicino alla personalità di un uomo. Bellissime sono le composizioni floreali ikebana, l’ arte giapponese, molto antica, della disposizione dei fiori recisi.

    Le piante ornamentali

    In genere, una pianta ornamentale , regalo sempre gradito e ideale per arredare uffici e abitazioni, risolve molti problemi. Per un uomo, ideale è il biancospino, forse il fiore che meglio di tutti parla dell’uomo, simbolo della virilità, con linee originali e dalla forma particolare, un fiore che si coltiva facilmente su ogni tipo di terreno, e capace di adattarsi a qualunque clima. Utilizzato come pianta ornamentale, è anche una pinata scaramantica: si pensa che sia capace di tener lontano dalle abitazioni gli spiriti maligni. Molto bella ed indicata è la strelitzia, bellissima e robusta pianta ornamentale dai fiori caratterizzati da tre petali di color arancio carico e uno centrale di colore blu intenso; originali sono tutte le piante esotiche come le orchidee o la passiflora, dai colori vivacissimi, oppure il cactus o il ficus, molto usate per abbellire e sale d’attesa o gli studi professionali.