Certificazione ambientale per Yamaha Motor Racing

Certificazione ambientale per Yamaha Motor Racing

Yamaha si è distinta ancora una volta

da in Gestione rifiuti, Impatto ambientale, Sviluppo Sostenibile, Tutela Ambientale, Monitoraggio ambientale
Ultimo aggiornamento:

    Certificazione ambientale CERTO per Yamaha

    Grande traguardo raggiunto dalla Yamaha. Stavolta non parliamo di podio al Motomondiale, bensì del conseguimento della certificazione ambientale ottenuto dalla scuderia giapponese di motociclette. Dal 3 Settembre è infatti diventato il primo team nella storia del Motomondiale ad essere riuscito a guadagnarsi la certificazione ambientale ISO 14001. L’iter della certificazione in materia di sistema di gestione ambientale ottenuta dalla Yamaha Motor Racing è stato seguito passo passo e effettuato interamente da CerTo, specializzato nella certificazione aziendale, e grazie alla consulenza di Airbank che ha permesso a Yamaha di raggiungere sensibilità e sicurezza giuste per ottenere il titolo di “green team” con ampio anticipo rispetto alle aspettative.

    Gloria Mazzoni, General Manager del partner di Yamaha (Airbank) ha così commentato: “Siamo fieri di avere contribuito alla certificazione di Yamaha Motor Racing.

    Grazie alla loro sensibilità nei confronti della sicurezza delle persone e del rispetto dell’ambiente, e alla consulenza e ai prodotti Airbank, l’obiettivo è stato raggiunto con ampio anticipo. Airbank ha messo a disposizione di Yamaha Motor Racing un team di tecnici altamente specializzati coordinati da Giovanni Piazza, esperto ambientale a livello internazionale e titolare della Business Solution s.r.l., e una vasta gamma di prodotti e servizi“.

    La Mazzoni ha poi proseguito il discorso elencando quelle che sono le politiche di gestione in favore dell’ambiente che hanno permesso il conseguimento della certificazione: “Tra questi, kit di pronto intervento per gli sversamenti accidentali e dispositivi di protezione individuale, serbatoi per il trasporto di materiale infiammabile e la raccolta di olio esausto, contenitori per la raccolta differenziata, container per lo stoccaggio di materiali pericolosi e una cappa per l’aspirazione dei fumi del carburante studiata ad hoc. La partnership tra Airbank e Yamaha Motor Racing non si esaurirà con la consegna dell’attestato, bensì continuerà sia in termini di manutenzione che di innovazione e progresso. La certificazione ISO 14001 è solo il primo passo di un percorso di ottimizzazione e miglioramento dei processi già validati, che potrebbero essere presto estesi a tutto il network Yamaha“.

    386

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Gestione rifiutiImpatto ambientaleSviluppo SostenibileTutela AmbientaleMonitoraggio ambientale
    PIÙ POPOLARI