Case sull’albero: le più belle del mondo [FOTO]

Di case sull’albero ne esistono davvero di meravigliose al mondo

da , il

    Quanti di noi hanno mai sognato delle case sull’albero? Ce ne sono alcune davvero belle e piuttosto fantasiose. Oggi rappresentano una vera e propria tendenza, anche perché offrono la possibilità di stare a contatto con la natura incontaminata. Da molti vengono considerate un vero e proprio rifugio, in modo da staccare dallo stress della vita moderna e per vivere in modo più green. Le case sull’albero costituiscono delle vere e proprie tipologie architettoniche, che richiedono l’applicazione delle più sofisticate e intriganti regole dell’arte, del design e della competenza tecnica.

    I materiali

    Le case sugli alberi possono essere costruite con molti materiali differenti. In genere per le parti strutturali e per il rivestimento si utilizza il legno, che è ottimo per la sua resistenza e per la sua leggerezza. In questo senso si ha la possibilità anche di risparmiare, visto che comunque il legno rimane un materiale a basso costo. Per i cavi e per i bulloni, che devono sostenere un peso piuttosto elevato, di solito viene utilizzato l’acciaio. A volte possono essere utilizzati anche dei materiali riciclati, come gli infissi recuperati, le porte già utilizzate in precedenti costruzioni e il legno riutilizzato.

    Le tecniche di costruzione

    Per la costruzione delle case sugli alberi si procede creando una struttura rigida per la piattaforma, sulla quale va appoggiata la costruzione. Di solito si utilizzano gli angoli come punto d’appoggio oppure si può fare ricorso ad altri sistemi. A volte vengono utilizzati dei puntoni e dei pilastri, che servono a scaricare il peso su un punto dell’albero più basso o direttamente a terra. I trampoli vengono ancorati al terreno. Devono essere ridotti al minimo indispensabile i sistemi di fissaggio invasivi, che implicano la pratica di forature nella pianta. Ecco perché sono sconsigliati i chiodi e le viti. Più che altro si tende a fare ricorso a dei tiranti, anche se bisogna tenere conto del fatto che, più si sale in alto nell’albero, più i rami tendono ad assottigliarsi e quindi può aumentare la sensibilità al vento. Come materiale per la sospensione si utilizzano delle corde, delle molle e dei cavi d’acciaio.

    Un modo per costruire una casa sull’albero, evitando di essere troppo invasivi nei confronti della pianta, è quello che si basa sull’attrito. Si tratta di far aderire le travi al tronco per mezzo di tensionatori. La popolarità delle case sugli alberi è in aumento, soprattutto negli Stati Uniti e in parte dell’Europa. Tutto questo è venuto a coincidere con una maggiore attenzione per le questioni ambientali e per gli stili di vita sostenibili. Oggi esistono diverse imprese specializzate proprio in questo tipo di costruzioni. Non si tratta soltanto di realizzazioni da utilizzare per il gioco dei bambini, ma a volte si realizzano vere e proprie abitazioni. Spesso, infatti, per realizzare una costruzione su un albero, si deve tenere conto del piano regolatore previsto dal Comune di appartenenza. In base al permesso di costruire, è possibile collegare le abitazioni sugli alberi alla rete pubblica dei servizi.

    Foto di: altoadige_suedtirol_southtyrol, Snazzo, Ondablv, Giulia Cattoni, Leonora Giovanazzi, Giorgio Minguzzi, Selvaggia.