Car sharing a Milano: arriva Enjoy, il nuovo concorrente di Car2Go

Car sharing a Milano: arriva Enjoy, il nuovo concorrente di Car2Go

Per il car sharing arriva una nuova possibilità

da in Mobilità Sostenibile
Ultimo aggiornamento:

    car sharing a milano enjoy

    Il car sharing a Milano ha una marcia in più grazie alla creazione di Enjoy, che può essere considerato a tutti gli effetti un concorrente di Car2Go, l’altro servizio dello stesso tipo presente ormai da tempo nel capoluogo lombardo. Il tema è sempre quello della mobilità sostenibile, che ha come obiettivo principale la riduzione delle emissioni nocive e dell’inquinamento. La caratteristica peculiare di Enjoy, però, va individuata nella sua semplicità di utilizzo. Scopriamone insieme tutti i segreti.

    Il servizio offerto da Enjoy si serve di 500 auto rosse. Non possiede delle piazzole di ritiro o di consegna che siano fisse, anche perché i veicoli possono essere lasciati ovunque, sempre all’interno di alcune aree stabilite. Queste ultime comprendono, oltre ai parcheggi pubblici, alcuni distributori di benzina Eni e la sede del gruppo a San Donato. L’iscrizione al servizio è gratuita e si pagheranno 25 centesimi al minuto. Si può arrivare anche ad una tariffa di 10 centesimi, quando si parecheggia, senza, comunque, interrompere il noleggio. C’è la possibilità di prenotare la vettura al massimo 30 minuti prima dell’effettiva consegna. Si può pagare con carta di credito e tutto avviene via web. Non serve utilizzare una tessera magnetica, ma ci si può registrare e prenotare sul sito di Enjoy o attraverso un’applicazione disponibile per gli smartphone, con sistemi operativi iOS e Android. Non appena si è individuata la vettura che interessa, ci si deve avvicinare, si preme sullo smartphone il tasto che serve ad aprire le porte e viene avviato il noleggio.

    Le auto di Enjoy possono parcheggiare anche negli spazi con le strisce blu o gialle e possono entrare gratuitamente nell’area C.

    Il punto di forza di Enjoy consiste per prima cosa nelle tariffe, che sono altamente competitive, anche rispetto a quelle proposte da Car2Go, rispetto al quale si pagano 4 centesimi in meno al minuto. La caratteristica fondamentale su cui si intende puntare è quella della semplicità, in maniera che il servizio possa procedere nel modo più diretto possibile. La comodità consiste anche nel fatto che le auto si possono lasciare nella zona che ci interessa, senza alcun pensiero di doverle restituire in aree apposite. Lo stesso vale per la prenotazione: mentre si è in giro e ci si imbatte in una delle vetture, la si può prenotare liberamente, purché essa non sia stata già prenotata da altri. Non sono previsti rifornimenti di carburante, manutenzioni, assicurazioni e non ci sono costi aggiuntivi.

    Il concetto a cui si vuole arrivare grazie ad Enjoy è quello di smart city. L’intenzione è quella di riuscire a creare un sistema di trasporti che possa essere condiviso, che stia al centro della città e che faccia comprendere a tutti come la sostenibilità ambientale passi proprio dall’opportunità di non utilizzare le vetture private. Per il servizio è prevista anche una partnership con Trenitalia, perché, con l’estensione delle possibilità, si vorrebbe creare anche un sistema integrato di treno-auto, che vada a rispondere alle esigenze di quanti hanno bisogno di muoversi in una città intelligente, libera da vincoli e, soprattutto, dallo smog. Enjoy potrebbe essere, da questo punto di vista, l’anello di congiunzione tra la mobilità privata e quella pubblica. Non a caso Trenitalia ha deciso di mettere a disposizione degli sconti anche del 15% per chi possiede una card Cartafreccia. La schiera delle auto con il tempo sarà incentivata, in modo da propugnare sempre di più una nuova filosofia di spostamento, che possa essere ampia e all’insegna dell’ecocompatibilità più affermata.

    681

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mobilità Sostenibile
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI