Capodogli spiaggiati a Bari: perchè sono morti?

Capodogli spiaggiati a Bari: perchè sono morti?

La notizia è di meno di 48 ore fa: alcuni esemplari di capodoglio si sono arenati sulle spiaggie del Gargano

da in Biodiversità, Inquinamento, Tutela Ambientale, WWF, Monitoraggio ambientale
Ultimo aggiornamento:

    capodogli spiaggiati gargano

    Dopo la strage di delfini per mano umana, ci tocca leggere un’altra brutta storia che parla di animali marini. La notizia proviene dalla Puglia, precisamente dal barese: 5 capodogli si sono arenati sulle spiaggie morendo, mentre altri 2 sono in agonia e senza speranza di essere salvati. Un’ulteriore segnalazione riferisce che altri due cetacei sono stati trovati incagliati sulla battigia a due km da Foce Varano. L’unica cosa possibile, ora, è quella di trarre gli elementi per studiare il motivo di questo triste fenomeno (se ne occuperanno Università di Padova e Centro studi di Riccione).

    Il maresciallo Grassisi della Guardia Costiera di Vieste, spiega che “Purtroppo non c’è soluzione. E’ molto difficile intervenire, forse l’unica cosa che si potrà fare è non farli soffrire troppo a lungo. Comunque sul posto c’è il dott.

    Alessandro Bortolotto, che è responsabile nazionale del Centro studi cetacei, supportato da una nostra unità e dal comandante pro-tempore di Rodi Garganico, primo maresciallo Domenico Stefania“.

    Non sa’ darsi pace nemmeno Rosalba Giugni, Presidente dell’associazione Marevivo, che aggiunge: “Resta da chiarire quali siano le probabili cause, che non saranno note fino al completamento delle analisi e dell’autopsia. In ogni caso, un evento molto grave che contribuisce ad impoverire la biodiversità del mare già pesantemente minacciata“.

    Immagine tratte da:

    282

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BiodiversitàInquinamentoTutela AmbientaleWWFMonitoraggio ambientale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI