Cambiamento climatico: la colpa è delle città

Secondo un recentissimo rapporto delle Nazioni Unite, la colpa del deterioramento delle condizioni climatiche mondiali andrebbe attribuito in grandissima maggioranza alle città, fonti del principale inquinamento del Pianeta, e con uno sbilanciamento davvero preoccupante per quanto riguarda l'estensione territoriale occupata, e le emissioni nocive rilasciate nell'atmosfera

da , il

    Cambiamento climatico

    Secondo un recentissimo rapporto delle Nazioni Unite, la colpa del deterioramento delle condizioni climatiche mondiali andrebbe attribuito in grandissima maggioranza alle città, fonti del principale inquinamento del Pianeta, e con uno sbilanciamento davvero preoccupante per quanto riguarda l’estensione territoriale occupata, e le emissioni nocive rilasciate nell’atmosfera.

    Il rapporto dell’ONU ricorda infatti come le città occupino circa il 2% del territorio del Pianeta, pur provocando l’emissione di quasi il 70% di tutti gli elementi inquinanti che vengono rilasciati nell’atmosfera.

    Le aree urbane sarebbero pertanto, come intuibile, le principali determinanti delle emissioni di gas serra, con le abitazioni, gli edifici pubblici e quelli commerciali che si spartiscono le responsabili del peggioramento del clima del Pianeta.

    Dietro il cambiamento climatico vi sarebbe pertanto l’urbanizzazione incontrollata e un consumo energetico in eccessiva parte riconducibile a fonti combustibili fossili.

    Il rapporto dell’ONU è disponibile sul sito di UN-HABITAT, seguendo questo collegamento.