Cambiamenti climatici: Ban Ki-moon convoca vertice d’emergenza

Ban Ki-moon avrebbe intenzione di convocare un vertice d’emergenza sui cambiamenti climatici

da , il

    cambiamenti climatici vertice

    L’obiettivo è quello di discutere sui cambiamenti climatici. Per questo Ban Ki-moon, segretario generale dell’Onu, avrebbe intenzione di convocare per il prossimo anno un vertice d’emergenza. La necessità di mettere a punto un accordo per contrastare il riscaldamento globale si fa impellente. A testimoniarlo sono state le anticipazioni dei dati che rientrano nell’ambito del rapporto dell’Ipcc-Intergoverntal Panel for Climate Change.

    Il dossier afferma che la responsabilità dei mutamenti del clima è da attribuire, per il 95%, alle attività umane. Molti scienziati hanno lavorato ad un documento che farà certo discutere, perché sono stati ipotizzati anche possibili scenari catastrofici, ai quali si potrebbe arrivare in seguito al surriscaldamento globale. Gli esperti hanno parlato anche di un’eventuale aumento del livello dei mari fino a 81 centimetri, che si potrebbe verificare nel 2100; le temperature potrebbero raggiungere un incremento di 4,8 gradi. E’ possibile evitare tutto ciò, secondo gli scienziati, tagliando in maniera incisiva le emissioni di gas serra. Il problema non è risolvibile nell’immediato, nonostante diversi Stati si siano assunti l’impegno di tagliare le emissioni entro il 2020. All’inizio del maggio 2013 la quantità di anidride carbonica presente nell’atmosfera è arrivata a toccare i 400 ppm: si tratta di un fenomeno avvenuto per la prima volta nella storia. Tutto ciò ha fatto scattare l’allarme e gli appelli, perché si agisca in maniera immediata e decisiva. Soltanto in questo modo si potrebbero evitare delle conseguenze disastrose, come le carestie, le siccità e le alluvioni.

    Ma qual è la verità per quanto riguarda il rapporto eventuale tra mutamenti del clima e inquinamento? Quali sono le conferme che dobbiamo attenderci e quali possono essere considerati dei veri e propri falsi miti? Un importante studio da parte di un team delle Nazioni Unite ha provato a fare il punto della situazione, per cercare di arrivare a delle conclusioni ben precise. Si discute in particolare dei cambiamenti climatici con i quali abbiamo sempre più a che fare negli ultimi anni, e il nuovo studio effettuato a livello internazionale ci permette di avere a disposizione delle conferme e anche delle smentite relativamente alle conoscenze attuali sul cambiamento del clima odierno. L’Intergovernamental Panel on Climate Change dell’Onu spiega in particolare che non si possono ad esempio trovare dei collegamenti tra i cambiamenti climatici e degli eventi naturali tragici. La domanda è: possono i mutamenti climatici influire sul verificarsi di tempeste, inondazioni ed uragani? Anche se la risposta affermativa sembrerebbe scontata, in effetti, secondo lo studioso Dim Coumou, non c’è nessun “metodo disponibile per ipotizzare questo collegamento”. Quindi la domanda deve considerarsi priva di una risposta.

    Bisognerebbe chiedersi più che altro se ad influire sui cambiamenti climatici siano le azioni dell’uomo in generale. E in questo caso, secondo l’analisi condotta, “la risposta è ‘sì’ per le ondate di caldo estremo e per le precipitazioni di entità insolita”. Per questi fenomeni naturali infatti ci sono delle prove ben documentate: colpevoli sono infatti le emissioni di gas serra che “intrappolano il calore nell’atmosfera; l’aria più calda, di conseguenza, crea più umidità e dunque più precipitazioni”. In effetti i dati numerici non possono nascondere che qualcosa nel mondo sta cambiando o addirittura è già cambiato. Basti pensare che negli ultimi anni si sono verificate delle ondate di caldo record sia in Europa che nella Russia, dove solo nell’estate del 2010 ci sono stati 15.000 decessi e 500 incendi, con danni economici davvero rilevanti. Ma, anche se non si possono dare delle risposte precise, è chiaro che il sospetto non può non venire. Dicono gli studiosi, paragonando il tutto al gioco dei dadi: “Se esce un sei una volta, non si può dire che sia truccato. E se escono 10 sei di seguito? Allora il sospetto ti viene”.