Buone notizie per il taglio degli alberi: la Foresta Amazzonica si ripopola

Buone notizie per il taglio degli alberi: la Foresta Amazzonica si ripopola

Il Brasile porta buone notizie per la foresta Amazzonica e per l’intero Pianeta Terra: le misure di tutela ambientale e di protezione delle aree verdi messe in piedi dal governo stanno dimostrando tutta la loro efficacia

da in Conservazione ambiente, Deforestazione, Impatto ambientale, Tutela Ambientale, Monitoraggio ambientale
Ultimo aggiornamento:

    foresta_amazzonica_minore_taglio_alberi

    Finalmente il taglio degli alberi nella Foresta Amazzonica ha visto una brusca caduta: esultano flora e fauna che finalmente possono trovare respiro e speranza di vita. L’Istituto Nazionale sulla ricerca scientifica del Brasile ha confermato che la deforestazione ha subito il calo più sensibile degli ultimi 23 anni. Che sia un buon segnale sulla necessità di rispettare l’ambiente e di ascoltare le sue esigenze?

    Quest’estate in Italia abbiamo visto bruciare boschi e foreste per quantità impressionanti, e ci siamo seriamente domandati perché nel nostro Belpaese poco si riuscisse a fare per questi disastri ambientali, spesso verificatisi per causa dell’uomo. Disinteresse, mancanza di fondi, poca lungimiranza, menefreghismo… le spiegazioni che ci siamo dati sono tristi ma purtroppo reali. I dati sulla foresta dell’Amazzonia ci incoraggiano a ben sperare che si possa fare di meglio. L’istituto di ricerca del Brasile infatti ha considerato che tra agosto del 2010 e luglio 2011 sono stati distrutti più di 6000 chilometri quadrati dell’area verde, con un meno 11% rispetto all’anno precedente. Il merito è anche del governo brasiliano che ha intensificato le misure per la tutela ambientale, con sanzioni e controlli serrati per i trasgressori.

    Anche la crisi economica, con il calo della produzione industriale, ha avuto il suo perché, ma questo può essere visto anche come un punto di favore. Il rallentamento di una produzione forsennata potrebbe permettere ai governatori di rivedere le politiche contro l’inquinamento ambientale, puntando su una maggiore protezione dell’ambiente e preservazione del territorio.
    E il Brasile, nuova economia emergente, potrebbe essere l’apripista?

    329

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambienteDeforestazioneImpatto ambientaleTutela AmbientaleMonitoraggio ambientale
    PIÙ POPOLARI