Bioparco Roma: nato cucciolo di addax, è una rarità

Bioparco Roma: nato cucciolo di addax, è una rarità
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

addax bioparco roma

Fiocco azzurro al Bioparco di Roma! E’ nato un cucciolo di addax, una rarissima specie di antilope africana. Paolo Giuntarelli, Presidente della Fondazione Bioparco ha esordito dicendo “Si tratta della prima nascita importante del 2011“. E ci crediamo, dal momento che questo nuovo arrivato faceva parte di una di quelle specie a rischio di estinzione. Vediamo insieme altre info sul neonato che per gli addetti della riserva naturale capitolina è già diventato una piccola star (togliendo lo scettro al cucciolo di zebra di Grant).

Ha proseguito Giuntarelli: “Il cucciolo è nato lo scorso 12 gennaio, alla nascita pesava circa 5 kg; i guardiani del reparto erbivori lo hanno trovato nella stalla attaccato alla mamma. Al momento trascorre molto tempo all’interno delle stalle ma ogni tanto fa capolino nell’area esterna del recinto“.

Gli addax sono delle antilopi che preferiscono vivere nel deserto a causa della conformazione delle proprie zampe, utile a non farli sprofondare nella sabbia. D’altro canto però sono cattivissimi corridori, e spesso cadono preda dei bracconieri. Congiuntamente alla desertificazione e alla crescita demografica di uomini, la popolazione di addax è diminuita ben dell’80%. Meno male che adesso si è aggiunto un esemplare in più!

262

Vedi anche:

L'uomo e la distruzione dell'ambiente in un video

La Terra prima dell'arrivo del'uomo aveva un certo equilibrio. Dalla sua comparsa l'uomo ha iniziato a sfruttare le risorse naturali senza nessun rispetto per quell'equilibrio naturale. Il mondo è diventato un cimitero. Sulle note di "In the Hall of the Mountain King" di Edvard Grieg questo video osserva la distruzione del nostro bellissimo pianeta per colpa delle scelte scellerate dell'essere umano. La clip è stata prodotta da Steve Cutts.

FacebookTwitter

Fonte | Corriere

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 25/01/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici