Bioedilizia: PlanIT, la città ecologica

Nel 2015 sarà inaugurata PlanIT, una città ecologica dotata di tecnologie avanzate in grado di gestire al meglio rifiuti, raccolta differenziata, consumi energetici, acqua e energie pulite

da , il

    bioedilizia citta ecologica planit

    La bioedilizia sta per regalarci un esempio interessante di città ecologica. Si tratta di PlanIT, che dovrebbe essere inaugurata nel 2015 a pochi chilometri da Porto. Una città amica dell’ambiente, ma anche intelligente grazie ad un sistema innovativo di tecnologie informatiche in grado di gestire tutto l’agglomerato urbano in nome della sostenibilità ambientale. In effetti tutti gli aspetti connessi alla gestione dei rifiuti, dell’acqua e del consumo di energia saranno portati avanti da una sorta di cervello elettronico centrale che agirà in nome del rispetto dell’ambiente.

    A questo proposito, per spiegare meglio le caratteristiche essenziali di questa città sostenibile, Steven Lewis, il suo progettista, ha dichiarato

    La sua caratteristica fondamentale sarà quella di avere un cervello capace di raccogliere dati da una rete di sensori simile a un sistema nervoso. Questo cervello avrà poi il compito di controllare le varie funzioni vitali della città, dal consumo energetico al trattamento di acqua e rifiuti.

    Uno degli obiettivi principali, a cui questa città green vuole adempiere è quello del risparmio energetico. Non saranno trascurate tra l’altro, in tema di energia, le possibilità garantite dalla produzione di forme di energia pulita, come quella derivata dai pannelli solari o dall’eolico.

    Un lago per la fitodepurazione delle acque, il riciclo dell’acqua, le opportunità per la raccolta differenziata, la riconversione degli avanzi in elettricità, sono gli altri elementi che rendono PlanIT una città davvero a misura d’ambiente. Saranno tutte così le città del futuro? Sarebbe auspicabile che lo fossero.