Animali: bocconi avvelenati fanno strage a Bergamo

Animali: bocconi avvelenati fanno strage a Bergamo

Allarme rosso nel bergamasco: ignoti stanno spargendo bocconcini avvelenati e i nostri amici a quattrozampe sono in serio pericolo! Alcuni cittadini della Val Seriana hanno avvertito l'Aidaa

da in Animali, Animali Domestici, Animali Selvatici, Cani, Gatti, Maltrattamento Animali, Primo Piano, Protezione Animali
Ultimo aggiornamento:

    animali bocconi avvelenati

    I padroni di animali nell’alta provincia di Bergamo, in particolar modo la Valle Seriana, sono decisamente preoccupati. Pare infatti che in quelle zone si aggiri un avvelenatore seriale, oppure un allevatore o contadino, che distribuisce bocconi avvelenati allo scopo di far morire decine e decine di bestiole. Fino adesso sono caduti in questa trappola mortale molti tra volpi, ma anche cani e gatti. Qualcuno se l’è cavata con un’intossicazione, altri purtroppo hanno perso la vita. E i proprietari di animali della Valle hanno chiesto aiuto alle associazioni.

    In particolare, i paesi più colpiti da questo fenomeno subdolo e crudele sono Clusone, Castione della Presolana e limitrofi.

    I cittadini più apprensivi con animali da compagnia e da stalla si sono rivolti all’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente. Inoltre hanno lamentato la completa indisponibità delle forze dell’ordine per risolvere la situazione e individuare i colpevoli di questi atti ingiuriosi.

    Lorenzo Croce, presidente dell’associazione animalista e ambientalista, lancia una sorta di denuncia: “Innanzitutto quello che noi vogliamo è individuare e punire coloro i quali spargono questi bocconi, allo scopo forse di uccidere i predatori del bosco in modo che la selvaggina rimanga a disposizione di cacciatori e bracconieri. Desideriamo inoltre far cessare questo fenomeno e per questo ci rivolgiamo non solo alla Giustizia ma pure alle autorità locali, perchè indaghino e fermino lo spargimento di cibo al veleno, molto spesso causa della morte non solo delle volpi ma anche di cani e gatti di casa“. Per sostenere la causa e per accogliere le segnalazioni l’AIDAA ha aperto uno sportello online all’indirizzo segnalazionereati@libero.it.

    340

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliAnimali DomesticiAnimali SelvaticiCaniGattiMaltrattamento AnimaliPrimo PianoProtezione Animali
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI