Ambiente: i nuovi pneumatici ad impatto zero

Ambiente: i nuovi pneumatici ad impatto zero

La Michelin ha ideato dei nuovi pneumatici ad impatto zero, che, diminuendo la resistenza al rotolamento, sono in grado di utilizzare meno carburante e quindi di produrre meno emissioni di Co2

da in Conservazione ambiente, Emissioni, Impatto Zero, Innovazione, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    ambiente pneumatici ad impatto zero

    Rispettare l’ambiente con pneumatici ad impatto zero. È questo l’obiettivo che si è posta la Michelin, realizzando la nuova linea “Energy Saver”. Il vantaggio risiederebbe principalmente nella possibilità di riduzione del carburante con la seguente diminuzione anche delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Si tratta quindi di pneumatici ad impatto ambientale molto ridotto, che sono in grado di sfruttare le più innovative tecnologie per garantire la sicurezza e allo stesso tempo per contribuire in modo concreto alla salvaguardia dell’ambiente.

    Bisogna infatti considerare che gli pneumatici in generale sono in grado di produrre un forte impatto ambientale soprattutto quando un veicolo compie quei movimenti che determinano il loro rotolamento. Ogni volta gli pneumatici devono adattarsi alla strada e per questo si deformano, si surriscaldano e dissipano l’energia, producendo emissioni di Co2 nell’ambiente. I nuovi pneumatici sono in grado di diminuire la resistenza al rotolamento, di utilizzare meno combustibile e di fare in modo che nell’atmosfera vengano immesse meno sostanze inquinanti, come per esempio il biossido di carbonio.

    La resistenza al rotolamento viene ridotta grazie ad un nuovo sistema di fabbricazione che permette di utilizzare nuovi materiali come la silice e che consente di mescolare anche diversi tipi di elementi.

    Il tutto all’insegna di un’ecomobilità che si sta affermando sempre di più, come una strategia essenziale per garantire uno sviluppo sostenibile. La tecnologia in questo può aiutare veramente molto, basta soltanto sapere sfruttare le migliori risorse che abbiamo a disposizione per uno sviluppo a misura d’ambiente.

    Immagine tratta da: citroen.it

    315

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambienteEmissioniImpatto ZeroInnovazionePrimo Piano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI