Alluvione in Veneto: aiuti da Angelina Jolie?

Alluvione in Veneto: aiuti da Angelina Jolie?

Angelina Jolie correrà in soccorso del Veneto? Speriamo di sì! A quanto pare la celebre attrice ha preso molto a cuore il disastro accaduto in Veneto, terra che ama

da in Primo Piano, Sostenibilità Ambientale, Tutela Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    alluvione veneto angelina jolie

    Rimbalza da alcune ore l’ipotesi che, causa alluvione in Veneto della scorsa settimana, l’attrice Angelina Jolie possa dare qualche aiuto a noi italiani. Non si è ben capito se la celebre star americana elargirà una somma in denaro, però è certo l’interessamento da parte sua riguardo il voler fare da testimonial per sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale, puntando i riflettori su un Belpaese ormai martoriato dal maltempo, dai dissesti idrogeologici e da una cattiva gestione del territorio da parte delle amministrazioni locali e statali.

    Il fatto che i Vip d’oltreoceano impazziscano per l’Italia è cosa ben nota. L’attore George Clooney ha acquistato Villa Oleandra sul lago di Como, il famoso cantante Sting ha recentemente aperto un negozio di prodotti biologici e comprato terreni sulle colline toscane. Adesso anche Angelina Jolie, con il marito Brad Pitt, vuole aggiudicarsi un pezzetto del nostro Paese. Più precisamente, intende nidificare in Valpolicella e nell’Amarone, incantevoli luoghi nella natura veronese. Il Veneto è entrato così tanto nel cuore dei “Brangelina” che adesso loro vogliono dargli una mano.

    Forse.

    Sembra infatti che la star hollywoodiana sia in grande apprensione per le sorti del Veneto. Il governatore regionale Luca Zaia, appreso dell’interessamento della star, sta cercando di mettersi in contatto per capire meglio l’entità del suo contributo. Ma con tutta probabilità si tratterà semplicemente una “comparsata” per catturare l’attenzione sul disastro veneto e scatenare un pò di mobilitazione internazionale. Speriamo sia così generosa da donare, oltre al pensiero, anche un bel gruzzolo!

    309

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Primo PianoSostenibilità AmbientaleTutela Ambientale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI