Alimenti antiossidanti: quali sono? [FOTO]

Per avere un corpo sano e giovane bisogna avere una buona educazione alimentare

da , il

    Un’alimentazione sana, ricca di alimenti antiossidanti, è il primo passo per contrastare l’invecchiamento e combattere i radicali liberi. I radicali liberi sono frammenti di molecole molto instabili, che si formano nell’organismo sia per normali processi fisiologici, sia a causa di fattori esterni chimici o fisici, tra cui alimentazione scorretta, inquinamento, fumo di sigaretta, abuso di alcoolici, farmaci, ecc..

    Basti pensare che nel fumo di una sola sigaretta si trovano centinaia di milioni di radicali liberi.

    Antiossidanti naturali per combattere i radicali liberi

    Cercando una loro stabilità, i radicali liberi si combinano rapidamente, creando a loro volta nuovi radicali liberi con reazioni a catena che finiscono per danneggiare in modo irreparabile le cellule, colpendo prima di tutto i grassi della membrana cellulare, per finire al DNA. Per questo, si ritiene che siano coinvolti nell’invecchiamento precoce, nella progressiva degenerazione del corpo e in molte altre malattie degenerative: cardiovascolari, infiammazioni, demenza, Parkinson, tumori ecc. Emerge, dunque, il problema di riorganizzare completamente il proprio regime alimentare in modo tale che risulti antiossidante in toto.

    Sono efficaci antiossidanti: flavonoidi (antociani, xantine), isoflavoni, catechine e polifenoli vari, carotenoidi (licopene, beta-carotene, xantofille), saponine, fitati, sitosteroli, ascorbati, tocoferoli, resveratrolo, acidi grassi essenziali (linolenico, omega 3), la lista potrebbe continuare. Ogni antiossidante neutralizza una classe di radicali liberi, ma tutti insieme agiscono in modo sinergico. Ecco perché l’alimentazione naturale, nel suo complesso, è più efficace d’un singolo alimento antiossidante.

    Quali sono gli alimenti più ricchi di antiossidanti?

    Un’alimentazione sana che sia la miglior protezione contro i radicali liberi, dovrebbe essere ricca di:

    Cereali integrali, dagli spaghetti ai biscotti, il grano integrale, secondo recenti studi, è ricco di vitamina E, vitamine B, carotenoidi , selenio, zinco e altri oligoelementi che, in sinergia, sono in grado di distruggere i radicali liberi molto di più delle vitamine C ed E prese da sole.

    Legumi: tutti, sono ricchissimi di saponine, fitati e polifenoli antiossidanti, quindi via libera a lenticchie, fagioli, ceci e piselli

    Frutta e verdura: meglio se crude e di origine biologica, secondo un quantitativo di circa 5-6 porzioni al giorno. Le verdure più antiossidanti sono quelle di colore verde scuro, come spinaci, broccoli, cavolo verza, bietole. Ottimi anche gli ortaggi di colore arancio, rosso e giallo, come peperoni, pomodori, carote, barbabietola rossa. Aglio e cipolla, sono un’eccezione alle verdure colorate: vanno consumate spesso, ma con la cottura perdono le loro proprietà.

    La frutta, meglio matura e di colori che vanno dal giallo al bluastro, come arance, albicocche, pompelmo, mirtilli, more, pesche e la buonissima uva, nera piuttosto che bianca, e il prodotto che da essa deriva: il vino rosso. Nell’uva è presente il resveratrolo, uno dei più significativi immunomodulatori naturali. E infine alcuni superfood come le bacche di goji, il mangostano, la guava, la graviola, considerati dei veri e proprio super- antiossidanti.

    Oli vegetali, al posto di grassi animali, soprattutto quello extravergine d’oliva, meglio se a crudo, ricchissimo di vitamina E.

    I semi oleosi, come quelli di sesamo, di girasole, di chia o di lino,ma anche nocciole, mandorle, noci, soprattutto le Pecan, sono un concentrato di benessere; anche il cioccolato fondente, o meglio il cacao amaro, è considerato un alimento antiossidante grazie all’elevato contenuto di polifenoli in esso presenti.