Abbracciare gli alberi fa bene: 5 motivi per crederci

Abbracciare gli alberi fa bene: 5 motivi per crederci e sperimentarne gli effetti.

da , il

    Abbracciare gli alberi fa bene, 5 motivi per crederci. A sostenerlo non sono solo gli antichi Celti ma addirittura la scienza. In particolare l’autore del celebre saggio “Blinded by Science” – “Bendati dalla Scienza Ufficiale”, Matthew Silverstone, secondo il quale basterebbe avvicinarsi agli alberi, nemmeno abbracciarli, per beneficiare del loro effetto positivo. Ciò sarebbe riconducibile alla capacità degli alberi, e di tutti gli esseri viventi, di emanare vibrazioni, che andrebbero ad influenzare positivamente la nostra salute psicofisica.

    A sostenerne i benefici è la scienza

    Il motivo più razionale per crederci è la conferma di stampo scientifico. Merito di alcuni studi a tema, in particolare quelli condotti da Matthew Silverstone, secondo il quale gli alberi sarebbero dotati di proprietà vibrazionali positive in grado di migliorare la nostra salute psicofisica. Le vibrazioni influenzano, secondo il ricercatore, i nostri comportamenti biologici, come d’altronde dimostrano centinaia di studi scientifici.

    La silvoterapia ha origini antiche

    Ovvio, non tutto ciò che ha origine nell’antichità è veritiero ma se una disciplina che affonda le radici in un passato così remoto continua ad affascinare tante persone, e addirittura a conquistare esimi scienziati, una ragione ci sarà! Quale l’origine? A quanto pare è celtica!

    In molti ne sostengono la validità

    Non solo a livello teorico ma sotto il profilo pratico, difatti molte persone coinvolte in ricerche a tema hanno mostrato evidenti miglioramenti della salute psicofisica in seguito a trattamenti di silvoterapia. Ma a fare bene non è solo l’abbraccio, basta stare a distanza ravvicinata dagli alberi.

    La ionizzazione negativa è terapeutica

    Nelle zone boschive è maggiore la presenza di ioni negativi, i quali favoriscono il rilassamento corporeo, contribuiscono ad abbassare la pressione sanguigna e la frequenza repiratoria, migliorando nel contempo le capacità di tipo cognitivo.

    Guarda 10 mete per un turismo green

    Stare nella natura fa bene

    Che dedicarsi a sport all’aria aperta e fare passeggiate nella natura faccia bene è risaputo e non è solo questione di spiritualità, energie sottili, vibrazioni e via dicendo. A sostenerlo la scienza e la medicina ufficiale.