Abbandono dei cani d’estate: una guida per aiutare gli animali

Abbandono dei cani d’estate: una guida per aiutare gli animali
da in Animali, Animali Domestici, Cani, Maltrattamento Animali, Protezione Animali
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22/07/2015 10:01

    cani-abbandonati

    L’abbandono dei cani d’estate è un atteggiamento che definire crudele è poco: scegliere di andare in vacanza e sbarazzarsi in maniera insensibile del proprio animale domestico è una prassi frequente, assolutamente disdicevole. Come possiamo fare per aiutare concretamente gli animali? Vi proponiamo, a questo proposito, una guida per aiutare gli animali con consigli utili per intervenire qualora vi imbattiate in animali abbandonati.

    cane abbandonato

    Per aiutare i cani abbandonati non dimenticate di mettere in atto delle semplici mosse, che possono rivelarsi davvero fondamentali. Sarebbe opportuno che ciascuno di noi coinvolgesse anche amici e parenti a fare le stesse cose. Quando partiamo in auto è sempre bene avere con noi una ciotola con del cibo e dell’acqua. Sono gli elementi essenziali per prestare soccorso immediato alle sfortunate bestioline. Se siamo in autostrada oppure in qualunque altro percorso stradale e non ci sentiamo sicuri nel fermarci per soccorrere un animale, non dobbiamo fare finta di niente.

    a-chi-rivolgersi

    Se ignoriamo le condizioni sanitarie del cane in cui ci siamo imbattuti, è suffiente telefonare ai carabinieri o alla polizia ed effettuare una specifica segnalazione. Ecco perché non dobbiamo dimenticare di salvare sulla rubrica del nostro cellulare i numeri utili, che ci possono servire in situazioni di questo genere. Questi numeri telefonici si dimostrano importanti anche se vogliamo fornire alle autorità una descrizione di qualcuno colto in flagranza di reato.

    cane cellulare

    Innanzitutto il 112 dei carabinieri, il 113 della polizia di Stato, da contattare se il cane si trova su una sede stradale, e il 1515 del corpo forestale. Ricordiamoci anche del servizio avvistamento animali in pericolo, che corrisponde alla sequenza 800.25.36.08. Da appuntare anche il 334.1051030 del team antiabbandono. Utile poi il 115 dei vigili del fuoco, specialmente se gli animali dovessero trovarsi su tetti, cunicoli o in altri luoghi inaccessibili. Possiamo anche decidere di diffondere queste linee telefoniche tramite internet, utilizzando i social network. Guarda l’iniziativa di Garfield contro l’abbandono degli animali

    cosa fare

    C’è chi sceglie anche, generosamente, di portare con sé un cane abbandonato. In questo caso è necessario prestare i primi soccorsi, facendo attenzione soprattutto alle condizioni igieniche in cui si trova il nostro fido amico. Badiamo a proteggerlo anche dall’afa e poi rivolgiamoci ai vigili urbani. Per chi non lo sapesse, sono anche loro che hanno la funzione di occuparsi della faccenda. In alternativa, è opportuno rintracciare delle associazioni di volontariato a disposizione nella nostra città.

    raccogliere fondi

    Chi vuole può anche collaborare per mettere a punto degli eventi specifici, come, ad esempio, una cena di beneficenza, per raccogliere delle somme di denaro come fondo cassa da destinare in maniera particolare a vantaggio dei cuccioli trovati. E, infine, un suggerimento per chi, andando in vacanza, non vuole dimenticarsi del proprio cane: ci sono apposite spiagge che accolgono gli animali. Foto di Luca Vanzella

    709

    PIÙ POPOLARI