5 errori alimentari che rallentano il metabolismo

5 errori alimentari che rallentano il metabolismo
da in Alimentazione Sana, Educazione Alimentare
Ultimo aggiornamento: Martedì 24/02/2015 14:02

    errori alimentari che rallentano il metabolismo Ci sono diversi errori alimentari che rallentano il metabolismo. Quest’ultimo detiene un ruolo importante, specialmente se vogliamo dimagrire. In generale sono proprio le fasi del metabolismo che regolano tutto il nostro organismo, per cui dovremmo essere sempre molto consapevoli di quali strategie utilizzare per favorirlo. Eppure ci sono alcuni errori che commettiamo senza nemmeno accorgercene e che si ripercuotono su quella che si può considerare un’efficiente macchina brucia-grassi. Tutto questo non fa altro che metterci a rischio, non solo di non perdere peso, ma anche di non badare al nostro benessere. Vediamo di scoprire ciò che è opportuno evitare.

    alimenti pesticidi E’ stato dimostrato scientificamente che mangiare cibi trattati con pesticidi può rallentare il nostro metabolismo. Questo accadrebbe perché le tossine presenti sugli alimenti trattati con sostanze chimiche interferirebbero con il corretto funzionamento del metabolismo. E’ essenziale, quindi, rivolgersi al consumo di cibi biologici, in modo da riuscire a consumare più calorie.

    alcolici errori Che l’alcool di troppo non faccia bene alla salute è ampiamente dimostrato e risaputo. Non si tratta soltanto di evitare disturbi in particolare, ma di dare la giusta “spinta energetica” al nostro corpo. Consumare più alcool interferirebbe con il metabolismo e farebbe consumare molte calorie in meno.

    caffeina errori Non bisogna eccedere neanche in questo senso, perché la caffeina, in dosi massicce, potrebbe essere anche controproducente. Tuttavia uno studio effettuato in Germania ha permesso di scoprire che la caffeina aiuterebbe a rendere più funzionale il metabolismo. In particolare una tazza di caffè potrebbe rendere il metabolismo più efficiente del 12%.

    conteggio calorie Per dimagrire e riuscire a farlo velocemente, il senso logico ci spingerebbe a mangiare di meno, per assumere meno calorie. Tuttavia questo può sfociare anche nell’effetto opposto. Assumere meno calorie rispetto a quante ce ne servano è controproducente, perché il corpo interpreta questa azione come una sorta di “stato di carestia”. Di conseguenza mangiare meno rispetto alle nostre necessità non fa altro che mettere l’organismo nelle condizioni di rallentare il metabolismo. L’organismo potrebbe cominciare a fare delle scorte di nutrimento, per cui potremmo ottenere l’effetto di ingrassare.

    carboidrati raffinati Un errore che spesso si commette e che influisce sul metabolismo è quello di assumere troppi carboidrati raffinati, in particolare pane e pasta. I carboidrati raffinati, se si esagera, possono anche non essere salutari, per cui è sempre importante cercare di non esagerare con le porzioni, per lasciare, invece, più ampio spazio al consumo di frutta e verdura. E’ stato provato che tre porzioni al giorno di frutta e verdura riuscirebbero ad incrementare il metabolismo del 30%. Non dimentichiamo, inoltre, che gli ortaggi sono ricchi di vitamine e di sali minerali, grande fonte di benessere.

    660

    PIÙ POPOLARI