10 tecniche di meditazione da provare

10 tecniche di meditazione da provare
da in Terapie Naturali
Ultimo aggiornamento: Lunedì 11/05/2015 16:28

    meditazione

    10 tecniche di meditazione da provare. A dispetto di un tempo quando meditare era prerogativa di pochi eletti, oggi è una pratica consolidata la cui efficacia è confermata dalla scienza. Aiuta a combattere ed alleviare lo stress, aumenta la memoria e la stabilità emotiva, agevola la concentrazione e in definitiva migliora la nostra vita. Da quando è approdata in terra d’Occidente, sono emerse nuove tecniche studiate per rispondere ad esigenze eterogenee, ma soprattutto più sintonizzate con lo stile di vita proprio dei paesi industrializzati.

    relaxation response

    Il metodo è frutto degli studi di Herbert Benson, tra i primi medici a riconoscere l’importanza della meditazione. La tecnica si basa sulla cosiddetta ripetizione focalizzata, ovvero ripetere per almeno 2 volte al giorno un suono, una parola o una preghiera per minimo 10 minuti.

    meditazione

    E’ la tecnica più impiegata al mondo le cui origini risalgono all’antica India, sulla base della tradizione vedica. Il metodo prevede posizione seduta, schiena dritta, occhi chiusi mentre si recita mentalmente un mantra. Va ripetuta almeno 2 volte al giorno per una ventina di minuti.

    meditazione zen

    Letteralmente “meditazione da seduti”, è una pratica di origine giapponese che presuppone il triplice controllo della respirazione, della postura e della mente, allo scopo di ripristinare il contatto con la nostra essenza più pura.

    meditazione-dinamica

    La tecnica è stata introdotta da Osho Rajneesh ed è una meditazione di tipo dinamico studiata appositamente per un pubblico occidentale. Lo scopo è lo stesso delle tecniche tradizionali ma il metodo diametralmente opposto: le interferenze vengono rimosse attraverso lo sforzo eccessivo, fino allo sfinimento.

    meditazione zen

    Il nome lo dice da sé, si tratta di una meditazione di matrice buddista il cui scopo ultimo, qualunque sia il metodo adottato (della tranquillità o dell’intuito), è l’illuminazione, ovvero il raggiungimento del bhavana o sviluppo mentale.

    Scopri quali sono i peggiori disastri ambientali

    brian weiss

    Brian Weiss è uno scienziato americano che, appassionato di ipnosi regressiva, reincaranzione e tematiche similari, ha concepito un metodo meditativo di auto-guarigione tramite lezioni video. Un approccio nuovo che ha già fatto molti proseliti in tutto il mondo.

    louise hay

    Le lezioni di meditazione della scrittrice statunitense Louise Hay hanno conquistato in breve tempo un successo planetario. Il suo metodo, basato sul pensiero positivo, concilia la pace interiore attraverso l’auto-aiuto.

    mindfulness

    Il metodo nasce in Occidente e il suo significato letterale è “consapevolezza”, delle azioni, dei pensieri, delle motivazioni. Ed è proprio sulla consapevolezza che Mindfulness lavora, perché aumentarla significa annientare progressivamente quei pensieri negativi che limitano la nostra vita.

    merkaba meditazione

    La Merkaba ha origini antichissime e consta di 17 respiri che vanno eseguiti secondo una metodologia precisa. Altro elemento che la contraddistingue la visualizzazione di forme geometriche, cui si ricorre per dare forma alle energie coinvolte.

    Guarda il 2014 e l’ambiente raccontati per immagini

    meditazione tecniche

    Di antiche origini hawaiane, la meditazione Ho’oponopono racchiude nel suo nome il significato che le è proprio, “mettere le cose al posto giusto”. Ovvero aggiustare le cose attraverso una tecnica meditativa che parte dalla consapevolezza che l’esistenza nasce da dentro e non da fuori.

    868

    PIÙ POPOLARI